Michele Neri - letture e narrazioni


CARTACANTA - GIALLOCARTA 2019

Civitanova Marche

 

incontri e laboratori

con bambini e ragazzi delle scuole dell'infanzia, primaria e secondaria di primo grado.



Ricordare. Letture sul tema della memoria

Memoriale Italiano di Auschwitz: 9 novembre 1943 – 9 novembre 2019

Il giorno 9 novembre 1943, dal binario 16 della Stazione di Santa Maria Novella di Firenze, partono oltre 300 ebrei catturati in città. Dopo un terribile viaggio giungono il 14 novembre ad Auschwitz, dove solo 107 superano la selezione per l’immissione nel campo: gli altri vengono immediatamente eliminati.

 

Nel ricordo di quella giornata, particolarmente significativa per Firenze, e di tutte le terribile vicende che hanno disegnato uno dei periodi più oscuri del Novecento, il Comune di Firenze e MUS.E propongono per la mattina di sabato 9 novembre un evento che prevede la lettura di alcuni brani scelti, tratti da testi pubblicati – fra questi, La storia di Elsa Morante e il Diario 1941-1942 di Etty Hillesum – e da lettere dei deportati particolarmente significative e proposti al pubblico da Michele Neri, esperto di letture e narrazioni. Sarà poi possibile visitare il Memoriale italiano di Auschwitz – opera d’arte contemporanea un tempo collocata nell’ex campo di sterminio e oggi esposta a Firenze – e approfondire la storia della memoria della deportazione italiana. Monito per la memoria, simbolo tragico di una storia lontana che non deve tornare attuale, il Memoriale italiano di Auschwitz fu il frutto della volontà dell’Aned (Associazione nazionale ex deportati nei campi nazisti) e di una progettazione collettiva e corale a cui contribuirono lo studio di architettura di Milano BBPR (Banfi, Belgiojoso, Peressutti e Rogers), lo scrittore Primo Levi, il pittore Mario “Pupino” Samonà, il regista Nelo Risi ed il compositore Luigi Nono. Fu inaugurato nel 1980 nel Blocco 21.

 

Per chi: per giovani e adulti

Quando: 9 novembre 2019 - Orari: 10.30, 11.30 - Durata: 50’ - Costi: gratuito

Dove: Memoriale italiano di Auschwitz, viale Donato Giannotti 75-81

La partecipazione è gratuita. La prenotazione è obbligatoria. Tel. 055-2768224 - Mail info@muse.comune.fi.it


Biblioteca Chelliana di Grosseto

Miti e paure, il racconto di Odisseo

e gli incontri spaventosi

nel suo viaggio

 

Verranno brevemente raccontai gli antefatti che costrinsero Odisseo a lasciare la sua terra, sua moglie ed il figlio da poco nato, per poi descrivere le parti più spettacolari delle sue avventure una volta terminata la guerra di Troia. 

 

L'attenzione di Atena, nei suoi confronti, durante tutte le sue imprese e la rabbia di Poseidone.  
Tiresia e le profezie sul futuro di Odisseo. 
Le mostruose Arpie, con viso di donna e corpo d'uccello, personificazione della tempesta.
L'isola dei Lestrigoni del popolo leggendario di giganti antropofagi, che per ordine del loro re, Antifate, distrugge la flotta di Odisseo uccidendo tutti i marinai infilzandoli con enormi spiedi. 
L'incontro con la bella Circe, seduttiva ed ammaliatrice e la sua magia. 
Il terribile e mostruoso Polifemo.

 




 

 

 

 

Festival Teatri in Quota

Rocca di Mezzo (l'Aquila)





Chi ha messo il

piede, per primo,

sulla Luna?

 

Il 20 luglio 1969 la missione spaziale Apollo 11 portò per la prima volta l'uomo sulla Luna.

Ma... gli statunitensi Neil Armstrong e Buzz Aldrin, non furono proprio i primi La Luna è stata per lungo tempo un popolare soggetto delle storie fantastiche di viaggi immaginari. Con questo evento di letture ad alta voce, ripercorreremo alcuni testi da "La storia vera", di Luciano di Samosata, del II secolo a.C., che tratta di un viaggio immaginario sulla Luna, al celebre viaggio del Paladino Astolfo d'Inghilterra nell'Orlando Furioso” (1532).  

Per poi passare al "Somnium" (1634) di Giovanni Keplero, al viaggio dell spagnolo, Domingo Gonsales, in "The Man in the Moone" (1638) di Francis Godwi, poi Cyrano de Bergerac (1657). Senza dimenticare le improbabili avventure del barone di Münchhausen (1786) che compie due viaggi sulla Luna, l'incomparabile avventura di un certo Hans Pfaall (1835) di Edgar Allan Poe. Concludendo, senza dimenticare "Dalla Terra alla Luna" (1865) di Jules Verne, che presenta diverse coincidenze con il programma Apollo e l'intramontabile Emilio Salgari.

Un occasione per suggerire a ragazzi ed adulti tante letture e festeggiare l'evento che vede ancora alcuni scettici sull'effettivo allunaggio di quel lontano 1969.



Biblioteca Agorà Città di Lucca
Biblioteca Agorà Città di Lucca

Tanto pubblico di bambini e genitori che hanno seguito la narrazione tutti con il fiato sospeso.

Le Storie dei paladini di Francia sono sempre avvincenti ed anche in questo caso i presenti sono stati pienamente coinvolti in un racconto fiume, pieno di cambi di scena e suggestioni. 

Domenica 16 Giugno

 

LE STORIE DEI PALADINI DI FRANCIA

Una Principessa orientale arriva alla corte del Re Carlo Magno

Una fanciulla straordinaria arriva, accompagnata da un misterioso cavaliere, al castello del Re di Francia. Tutti i presenti ne sono affascinati. Inizia subito una gara, fra i giovani presenti, per conquistare la bella fanciulla. Ma, in tutto ciò, c'è qualche cosa di strano...

 



Festival dedicato al tema CITTASTORIE, vissuto fra incontri, laboratori, spettacoli, narrazioni, performance, installazioni ed eventi speciali, in un intreccio fra diverse forme d’arte che narrano. Tre giorni di appuntamenti  rivolti ai bambini ragazzi e adulti da 0 a 101 anni, con tanti ospiti fra scrittori, illustratori, artisti, narratori, musicisti, attori, danzatori, scienziati, giornalisti.

2019



 

“Un marinaio,

una balena e un ragazzo…” 

 

Domenica 19 Maggio 2019

ore 10.30 - 11.30

Biblioteca Comunale Renato Fucini - Via dei Neri, 15

ore 16.30 - 17.30

Palazzo delle Esposizioni - Piazza Guido Guerra 






Un occasione per riscoprire un vasto patrimonio di storie della tradizione popolare toscana dalle raccolte di illustri folcloristi e da testi editi da piccoli editori, oltre ad un bagaglio di narrazioni provenienti dalle trascrizioni dei racconti orali e dalla memoria di anziani del Casentino, Valdarno, Mugello e Amiata.

“C'era una volta un Re, che viveva in un castello. Il castello era un luogo molto, molto, molto particolare..., ma anche il Re, era un Re molto, molto, molto particolare..., ”

In questa narrazione i bambini vengono coinvolti nella realizzazione dei suoni presenti nella storia, per produrre una “messa in scena” animata con la loro diretta partecipazione, seguendo le vicende dei diversi personaggi.



Non solo il Poeta si diverte

 

Una sequenza ininterrotte di brevi brani giocosi e divertenti basati su poesie, non-sens, giochi di parole e piccoli monologhi. Il tema è l'amore nella sua poliedricità e molteplicità. Con strizzate d'occhio a testi ironici e faceti. 

 

Da Aldo Palazzeschi, Guido Gozzano a Stefano Benni, da Karl Valentin a Fosco Maraini, Edoardo Sanguineti, passando da Gabriele D'Annunzio e tanti altri.

 

Un insieme di piccoli estratti, di grande letteratura, che mi sono rimasti addosso per il loro divertimento e per una chiave melanconica di ironia insolita e spensieratezza.

 

Adatto ad un pubblico adulto e di ragazzi un occasione di piacevole intrattenimento.


Nel 60° della sua pubblicazione, il romanzo di Tomasi Lampedusa “Il Gattopardo”

 

Un occasione per riscoprire un capolavoro, farlo conoscere a chi non ha mai avuto l'opportunità di fogliarlo, ed incuriosire il lettore rispetto alla magistrale restituzione cinematografica di Luchino Visconti.


Frankenstein o il moderno Prometeo

di Mary Shelley

 

scritto all'età di 19 anni e pubblicato nel 1818, testo diventato un mito della letteratura orror, in cui la "creatura terrificante" ci permette di indagare sulle radici delle paure umane e rispetto all'incontro con la diversità.

 

“Fu in una tetra notte di novembre che vidi il compimento i delle mie fatiche. Con un’ansia simile all’angoscia radunai gli strumenti con i quali avrei trasmesso la scintilla della vita alla cosa inanimata che giaceva ai miei piedi...

Come posso descrivere la mia emozione a quella catastrofe, descrivere l’essere miserevole cui avevo dato forma con tanta cura e tanta pena?”

“Non ho sofferto abbastanza, perché tu voglia accrescere la mia pena? La vita, quand’anche dovesse essere solo un cumulo di affanni, mi è cara, e la difenderò. Ricordati, tu mi hai reso più forte di te; la mia statura è superiore alla tua, le mie membra più agili. Ma io non voglio lottare con te.

 

Sono la tua creatura, e sarò docile e mansueto con il mio naturale signore e padrone, se anche tu farai la tua parte, com’è tuo dovere.”

Libri in punta di forchetta

stile di vita, salute e

prelibatezze letterarie

 

Per portare fuori, dagli scaffali della Biblioteca, un numero elevato di testi letterari che, in maniera assai differente, per autore, epoca e stile, affrontano le tematiche del cibo, dell'alimentazione e della salute.

In un flusso ininterrotto si susseguiranno brani da testi di narrativa e di poesia, stralci da romanzi noti e meno noti, l'occasione per citare anniversari letterari, e classici della letteratura per l'infanzia come Pinocchio, il Giornalino di Gian Burrasca o Sussi e Biribissi.

Dissertazioni salutiste, eno-gastronomiche da Pellegrino Artusi e facezie scherzose di Olindo Guerrini e Guido Gozzano.

 



Storie lungo la Via Francigena

leggende ed avventure

 

lettura-narrazione

 Prendendo spunto da stralci di accadimenti storici e tramite le vicende di alcuni resoconti, un occasione per far conoscere ad un pubblico eterogeneo di locali e turisti, sia adulti che giovani, i tratti e l'importanza che ebbe il percorso compiuto dai pellegrini lungo la via Francigena, che conduceva sino a Roma.

 

Nella modalità dei racconta storie, l'incontro di un pellegrino con un cavaliere, che a deciso di abbandonare le proprie avventure sul campo di battaglia, per farsi difensore di un mausoleo, da lui eretto, in onore di una bellissima fanciulla. La storia di una dama, che per rimanere fedele al suo primo e vero amore, a preferito perire, piuttosto che soggiacere alle lusinghe di un nuovo pretendente.



Anniversari


Le più belle Favole e Leggende

di Leonardo da Vinci

 

Per rendere omaggio all'uomo d'ingegno e talento universale del Rinascimento, nel 500° della sua morte. 

Un insieme si storie in cui la costante è la natura: l'acqua, l'aria, il fuoco, la pietra, ma sopratutto le piante e gli animali che hanno una vita, un pensiero, una parola. L'uomo quando vi compare è “...il guastatore d'ogni cosa”.

Un susseguirsi di piccolissime favole e leggende che si riallacciano idealmente alle sorgenti di Esopo, Fedro, Plinio ed ai “bestiari” medievali.



Non solo Cuore

omaggio a Edmondo De Amicis nel 110° anniversario della morte. Un percorso di lettura partendo da “Sull’Oceano”, pubblicato nel 1889, nel quale li grande scrittore descrive il suo viaggio per le Americhe:

“Quando arrivai, verso sera, l’imbarco degli emigranti era già cominciato da un’ora ... accucciati come cani per le strade di Genova, erano stanchi e pieni di sonno. Operai, contadini, donne con bambini alla mammella, ragazzetti ... avevano sotto il braccio, sacche e valigie d’ogni forma alla mano o sul capo, bracciate di materasse e di coperte ...”

 

Un occasione per proporre le storie degli italiani verso le americhe tramite una scrittura accurata, minuziosa e piacevole, con ritratti precisi ed accurati dei vari personaggi, con note e sfumature di grande realismo ed efficacia .