Michele Neri - letture e narrazioni


Un appuntamento da non perdere: 

 






Abbiccì leggiamo insieme 2024

Colle di Val d'Elsa (Siena)

 

Due appuntamenti in una giornata

 

Una storia per Ulisse

 

Lungo le coste del Mediterraneo ripercorrendo le avventure di un grande personaggio, con imprevisti e continui colpi di scena.

Partendo da una strana mela d'oro, si racconta la storia delle vicende di Ulisse, nella modalità degli Aedi, cantori di un tempo che di corte in corte portano le meravigliose vicende degli eroi.

Si scopre un personaggio curioso, audace, spavaldo, continuamente alla ricerca.

Un uomo che si pone tante domande e che rischia in prima persona nel cercare le possibili risposte.

 

 

===

 

Un testo da riscoprire

 

lettura ad alta voce di un accurata selezione di brani dal romanzo “Il Gattopardo”.

Un occasione per riscoprire un capolavoro, farlo conoscere a chi non ha mai avuto l'opportunità di fogliarlo, ed incuriosire il lettore rispetto alla magistrale restituzione cinematografica di Luchino Visconti.



Museo Italiano dell'Immaginario Folklorico

Piazza al Serchio (Lucca)

 4 aprile alle ore 21.00

  

Giovedì al Museo

 

 

SE NON SON GRULLI, NON SI VOGLIANO 

DA GIUFA' A CECCO GRULLO

 

 

 

 

Una serata dedicata anche ai più piccoli con la narrazione di storie della tradizione orale e di fiabe tratte dalle raccolte più popolari.

Realizzata in presenza alla Sala della Narrazione.

 

 

A partire dalla memorabile novella di Renato Fucini: "Il ciuco di Melesecche" in cui un contadino molto furbo cercherà di educare il proprio animale a non mangiare, per averne un effettivo risparmio, la serata proporrà un insieme di fiabe e storielle che  parlano di sciocchi e grulli, provenienti da diverse regioni italiane. Fra le fonti alle quali ho attinto figurano la raccolta "Novelle popolari toscane" di Giuseppe Pitré, le "Fiabe e storie della Maremma", presenti nel fondo narrativo di tradizione orale Roberto Ferretti, e l’Archivio del Museo dell'Immaginario Folklorico: tante piccole storie e facezie in cui si mischia l'ingenuità e la scaltrezza, con protagonisti più o meno veri, e leggende di luoghi e paesi considerati il regno della stupidità. Chiuderà l’evento una piacevolissima Novella di Giovanni Boccaccio.









29 Novembre ore 11:00  Teatro Talia, via Ruggero Guerrieri

 

Odisseo l’altro ieri, ieri, oggi.

Una lettura narrazione di Michele Neri

 

Uno dei più bei poemi di tutti i tempi presentato tramite la versione di Rosa Calzecchi Onesti. Viaggiatore errante per il mondo, migrante suo malgrado, si trova a sbarcare in una terra sconosciuta. Privo di tutto, sporco, affamato, solo. Tramite un percorso che va dalle vicende di Odisseo che sbarca sull'isola dei Feaci e visto dalla bella Nausicaa viene accolto con premura ed affetto, all'ulteriore sbarco ad Itaca dove i prepotenti Proci dilapidano le sue ricchezze e dove fino alla sua rivelazione in pubblico viene osteggiato e trattato miseramente. Così i migranti, vecchi e nuovi, uomini e donne, hanno vissuto e vivono soprusi e violenze. La paura dell'altro, del diverso, di colui che viene da fuori. Un breve intervento narrativo in cui si mischiano le esperienze dello sfortunato guerriero di Itaca, con le disavventure dei migranti italiani verso gli Stati Uniti d'America e le disastrose vicende dei migranti di oggi verso l'Italia.

 




omaggio al poeta e scrittore

Guido Gozzano nel 140 ° della nascita

 

 

Passandosi il testimone, un incontro-scontro, possibile-impossibile.

 

Lettura ad alta voce di una selezione di poesie e brevi stralci di racconti, mettendo in luce diversità di come viene affrontata la tematica dell’amore.

Un incontro ironico ed irriverente, per ricordare e riscoprire tanta poesia.

 

Due personaggi diversissimi, per produzione artistica e rapporto fra intimità e grande pubblico.



Lettura ad alta voce di una elaborazione del testo di Edmondo De Amicis del 1889, nel quale il celebre scrittore descrive con grande maestria il suo reale viaggio per le Americhe a bordo di un transatlantico.






Odisseo migrante

 

Viaggiatore errante per il mondo, migrante suo malgrado, si trova a sbarcare in una terra

sconosciuta. Privo di tutto, sporco, affamato, solo.

Tramite un percorso che va dalle vicende di Odisseo che sbarca sull'isola dei Feaci e visto dalla

bella Nausica viene accolto con premura ed affetto, all'ulteriore sbarco a Itaca dove i prepotenti

Proci dilapidano le sue ricchezze e dove fino alla sua rivelazione in pubblico viene osteggiato e

trattato miseramente.

 

Cosi i migranti, vecchie e nuovi, uomini e donne, hanno vissuto e vivono soprusi e violenze.

La paura dell'altro, del diverso, di colui che viene da fuori.

Un breve intervento narrativo in cui si mischiano le esperienze dello sfortunato guerriero di

Itaca, con le disavventure degli migranti italiani verso gli Stati Uniti d'America e le disastrose

vicende dei migranti di oggi verso l'Italia.

 

Odisseo si getta ai piedi di Nausica

- Io mi ti inchino, signora... ieri scampai dopo venti giornate dal livido mare.. tu signora abbi pietà: dopo molto soffrire, a te per prima mi prostro, nessuno conosco degli altri uomini, che hanno città e questa terra.

la giovane Nausica risponderà

- Questi è un misero naufrago, che c'è capitato e dobbiamo curarcene, vengono tutti da Zeus gli ospiti e i poveri....



I Colori del Libro 2023

Tre giornate alla manifestazione tutta dedicata ai libri e alla lettura

nella splendida cornice di Bagni Vignoni - San Quirico d'Orcia (Siena)

 

 



LE STORIE DEI PALADINI DI FRANCIA

 

L'arrivo della bella Angelica alla Corte di Re Carlo Magno e tutto quello che scatena...



La Macchina dei Sogni

UN SOGNO LUNGO 50 ANNI

Palermo 28 luglio – 20 agosto, 2023

Quarantesima edizione

Teatro e Laboratorio dei Pupi “Figli d’Arte Cuticchio”


mercoledì 9 agosto

ore 17,30 - L'ippogrifo e le avventure del Mago Atlante

 

giovedì 10 agosto

ore 17,30 - Il viaggio sulla luna del paladino Astolfo d'Inghilterra


La costruzione dell'Ippogrifo.

 

Non è finto il destrier, ma naturale,

ch'una giumenta generò d'un grifo:

simile al padre avea la piuma e l'ale,

li piedi anterïori, il capo e il grifo;

in tutte l'altre membra parea quale

era la madre, e chiamasi ippogrifo;

che nei monti Rifei vengon, ma rari,

molto di là dagli aghiacciati mari.



Campello sul Clitunno (Perugia)


Quattro giorni con

L’Orlando Furioso, in Valtellina

 

Con la fine delle lezioni incomincia l’estate, viene il tempo spensierato, il cielo si fa più luminoso; si va incontro al solstizio con una festa che è omaggio al nostro territorio e al suo grande patrimonio di arte e storia.

 

INCONTRI / SPETTACOLI / LABORATORI

 

 



AMICO MUSEO 2023

Suvereto (Livorno)

  

Giovedì 18 maggio

ore 10.00/16.00

Museo Artistico della Bambola Suvereto

 

Domenica 28 maggio

ore 16.30

Museo della Rocca Aldobrandesca



Auditorium Biblioteca Agorà di Lucca



Museo Civico Archeologico "Isidoro Falchi" di Vetulonia (Grosseto)


Due serate di narrazione al

Museo Italiano dell'Immaginario Folklorico

 Piazza al Serchio (Lucca)

 

La paura, il Lupo e altre storie da Fedro a Dante ai fratelli Grimm ed oltre

 

Ripercorrono alcuni incontri più o meno paurosi, centrali nelle fiabe e nelle storie dell’immaginario folklorico di tutti i tempi: “Si raccontava che San Francesco giunto a Gubbio, incontrò, cammin facendo, contadini giovani ed anziani, donne e bambini terrorizzati dalla presenza di un lupo che si aggirava in quei luoghi sia il giorno che la notte".

Ma Francesco non era l'unico che avesse avuto tali approcci. In tante storie del nostro patrimonio folklorico il lupo è stato incontrato, temuto e a volte sfidato. Un animale leggendario, che ha rappresentato la parte oscura dell'uomo e dei suoi comportamenti, simbolo e spesso vittima di pregiudizi e  superstizioni.”

 


Fermati ad ascoltare.

Ti racconto qualche storia!

  

Narrazione delle storie della tradizione popolare toscana

che si rifanno a vecchi racconti, modi di dire e termini specifici del Valdarno superiore, in particolar modo fra San Giovanni e Montevarchi: un mondo di confine, di contrasti e di identità tra le province di Arezzo e Firenze.

 

“Cecino”, “Buchettino”, “Il gatto mammone”, “La novella del cece” favole, piene di malizia e risate.



Biblionet - Ponte San Giovanni - Perugia


Racconti indiani

di Guido Gozzano

 

cronache di un viaggio di altri tempi

  

scarica le letture ad alta voce in formato MP3 GRATUITAMENTE

 

messe in onda su TRADIRADIO dicembre 2021 - gennaio 2022




Racconti

e

Leggende sarde

di

Grazia Deledda

 

L'occasione per riscoprire un autrice che fece conoscere tanti aspetti della Sardegna e a cui fu assegnato il premio Nobel per la letteratura nel 1926.



una nuova produzione dal titolo:

 

LA BODDA UCCIARA

 

un racconto giallo di finzione, ambientato nella Viareggio degli anni '30, in cui si inseriscono alcuni tratti di personaggi e situazioni realmente accadute.

 

Un occasione per conoscere un periodo storico e certe atmosfere tramite la snellezza di una narrazione fluida e coinvolgente.

 

scarica tutte le puntate MP3

GRATUITAMENTE

 

oppure

ascoltale dall'archivio podcasdt di TRADIRADIO




A SPASSO CON DANTE...

NELLA CITTA' DEI PAPI

 

Anagni, (Frosinone)

sabato 18 dicembre 2021



25 MARZO 2021

DANTEdì

 

L'occasione per ricordare il grande Poeta tramite una selezioni di brevi citazioni dalla COMMEDIA. In un periodo cosi difficile e tormentato con l'auspicio di intraprendere presto un nuovo cammino:

 

“ ...E come quei che con lena affannata,

uscito fuor del pelago a la riva,

si volge a l’acqua perigliosa e guata, 

 

così l’animo mio ch’ancor fuggiva,

si volse a retro a rimirar lo passo

che non lasciò già mai persona viva.”

 

 

 

Tanti contributi differenti per un piccolo omaggio al Poeta.



La Commedia

un viaggio, assai difficile...

 

...questa è una storia antica. Tanto tempo addietro, siamo nel Medioevo, chi l'ha composta è un poeta e politico fiorentino, di nome Dante, della famiglia degli Alighieri. Dopo aver scritto poesie e diversi libri, decide di costruire un racconto molto particolare. Un viaggio incredibile, in versi, per dedicarlo alla donna che ama, morta troppo presto, a venticinque anni: Beatrice. È come una lunghissima dichiarazione d’amore.



 

 

sono in onda le  NUOVE

FIABE DELLA BUONA NOTTE

CON TANTE PICCOLE NARRAZIONI

sulla web-radio della

Rete Italiana di Cultura Popolare e Tradiradio  



 

 

 

 

 

la migrazione italiana

raccontata dal romanzo

"Sull'Oceano" di Edmondo De Amicis

 

scarica le cinque puntate in formato MP3




 Nell'ambito del progetto

CHIAMATA ALLE ARTI

Rete Italiana Cultura Popolare

sono state prodotte e andate in onda

 

 LE STORIE DEI PALADINI

DI FRANCIA

 

le cinque narrazioni ascoltabili

e scaricabili liberamente


il progetto rientra nel bando lanciato dalla Rete Italiana di Cultura Popolare che ha promosso una raccolta fondi per finanziare 10 progetti selezionati.

L'arte salverà il mondo? Probabilmente no. Ma certo è indispensabile per renderlo un posto migliore in cui vivere. In questo periodo si stanno facendo sforzi meritori con il fine di garantire la sopravvivenza dei cinema, dei teatri e dei musei, appena si risolverà il problema del Covid19. 









Chi ha messo il

piede, per primo,

sulla Luna?

 

Il 20 luglio 1969 la missione spaziale Apollo 11 portò per la prima volta l'uomo sulla Luna.

Ma... gli statunitensi Neil Armstrong e Buzz Aldrin, non furono proprio i primi La Luna è stata per lungo tempo un popolare soggetto delle storie fantastiche di viaggi immaginari. Con questo evento di letture ad alta voce, ripercorreremo alcuni testi da "La storia vera", di Luciano di Samosata, del II secolo a.C., che tratta di un viaggio immaginario sulla Luna, al celebre viaggio del Paladino Astolfo d'Inghilterra nell'Orlando Furioso” (1532).  

Per poi passare al "Somnium" (1634) di Giovanni Keplero, al viaggio dell spagnolo, Domingo Gonsales, in "The Man in the Moone" (1638) di Francis Godwi, poi Cyrano de Bergerac (1657). Senza dimenticare le improbabili avventure del barone di Münchhausen (1786) che compie due viaggi sulla Luna, l'incomparabile avventura di un certo Hans Pfaall (1835) di Edgar Allan Poe. Concludendo, senza dimenticare "Dalla Terra alla Luna" (1865) di Jules Verne, che presenta diverse coincidenze con il programma Apollo e l'intramontabile Emilio Salgari.

Un occasione per suggerire a ragazzi ed adulti tante letture e festeggiare l'evento che vede ancora alcuni scettici sull'effettivo allunaggio di quel lontano 1969.




Storie lungo la Via Francigena

leggende ed avventure

 

lettura-narrazione

 Prendendo spunto da stralci di accadimenti storici e tramite le vicende di alcuni resoconti, un occasione per far conoscere ad un pubblico eterogeneo di locali e turisti, sia adulti che giovani, i tratti e l'importanza che ebbe il percorso compiuto dai pellegrini lungo la via Francigena, che conduceva sino a Roma.

 

Nella modalità dei racconta storie, l'incontro di un pellegrino con un cavaliere, che a deciso di abbandonare le proprie avventure sul campo di battaglia, per farsi difensore di un mausoleo, da lui eretto, in onore di una bellissima fanciulla. La storia di una dama, che per rimanere fedele al suo primo e vero amore, a preferito perire, piuttosto che soggiacere alle lusinghe di un nuovo pretendente.